Commedia comes to Town – 2012

Commedia arriva in città!
2013 - Charioteer Theatre

Commedia comes to Town

Fringe di Edimburgo 2012

Spettacolo di Commedia dell’Arte in lingua inglese
Con estratti da Il Servitore di Due Padroni di Carlo Goldoni

Lo spettacolo “Commedia Comes to Town” è nato da un laboratorio teatrale che ha coinvolto 7 attori residenti in Scozia. Gli attori hanno sperimentato con le maschere e con i “lazzi” tipici di questa antichissima arte e il risultato è stato uno spettacolo che mette insieme la tradizione italiana dell’uso della maschera con lo spirito e la cultura anglosassone, in particolar modo quella scozzese.
Le inflessioni e le espressioni dialettali degli attori hanno sostituito il dialetto veneziano o il bergamasco, le espressioni comiche e i lazzi si sono rinnovati e hanno acquistato nuova brillantezza attraverso l’arte di attori con radici completamente diverse dalle nostre; anche i costumi – grazie all’apporto di due grandi sarte e costumiste del Piccolo Teatro di Milano – sono nati dalla fusione di due culture raggiungendo l’apice con il Dottore Balanzone che indossa il kilt, tipico costume della tradizione scozzese.

Lo spettacolo è una vera e propria operazione culturale di contaminazione, fusione e rinnovamento che riproduce alla perfezione il meccanismo della Commedia dell’Arte, sopravvissuta per due secoli e diffusa in tutta Europa per la sua natura flessibile e poliedrica che la rendeva accessibile a tutte le classi sociali e comprensibile a tutte le culture.

Alla figura del suggeritore, tipica della nostra tradizione, è stata sovrapposta quella dello storyteller (il contastorie), tipico personaggio della tradizione anglosassone che nello spettacolo raccorda le scene rappresentate dagli attori ed incarna un giovane scrittore appassionato di teatro come Shakespeare avrebbe potuto essere ai suoi inizi.
Si è quasi certi che Shakespeare abbia visto spettacoli di commedia dell’arte e abbia poi utilizzato egli stesso questa tecnica in varie occasioni: la Tempesta e il Falstaff per citare gli esempi più clamorosi.